Vai menu di sezione

Matrici xilografiche

Il Museo Civico di Belluno conserva circa 560 matrici lignee xilografiche che giunsero nella loro attuale collocazione nel marzo del 1896 dalla tipografia bellunese Tissi. 

Questa bottega, attiva dalla metà del Settecento, raccolse probabilmente anche fondi di bottega più antichi - forse dal secolo XVI - in uso presso altre stamperie bellunesi o di territori vicini. Fu avviata da Simone Tissi, che si era formato presso il noto incisore Giuliano Giampiccoli, ed ebbe un ruolo importante per instaurare duraturi rapporti tra Belluno e la tipografia dei Remondini di Bassano del Grappa, dove egualmente realizzò un suo tirocinio. La sua prima edizione a stampa si data al 1751.

Pagina pubblicata Lunedì, 23 Gennaio 2017 - Ultima modifica: Venerdì, 03 Febbraio 2017
torna all'inizio del contenuto