Vai menu di sezione

Raccolte

Bellissime collezioni di placchette e bronzetti rinascimentali, disegni e stampe, gioielli della tradizione bellunese, porcellane del Settecento, matrici xilografiche e tavolette votive.

Placchette e bronzetti

  • La collezione di bronzetti e placchette rinascimentali proviene dalla raccolta del conte Florio Miari, giunta al Museo Civico tramite la donazione del figlio Carlo nel 1872. Pur essendo una testimonianza significativa del collezionismo bellunese, conserva pezzi che sono, più in generale, rappresentativi della produzione italiana a cavallo tra Quattro e Cinquecento.

Collezione Zambelli

  • I pezzi della collezione sono stati donati nel gennaio del 1994 al Museo di Belluno dal professor Enrico Zambelli per volontà sua e della moglie Luciana Perale, scomparsa due anni prima. Il fondo comprende numerosi oggetti, tra cui mobili, arazzi, tappeti e porcellane, assieme a stampe, disegni, fotografie, dipinti, vetri e altro ancora.

Medagliere

  • Il medagliere antico del Museo Civico di Belluno si compone di circa 1000 esemplari frutto di lasciti, donazioni e depositi statali, ma anche acquisti sul mercato antiquario.

Disegni e stampe

  • La collezione del Museo Civico di Belluno comprende anche una considerevole raccolta grafica, con disegni in gran parte provenienti dalla donazione del conte Francesco Agosti nel 1906. 

Gioielli del Costume bellunese

  • I gioielli della collezione Prosdocimo Bozzoli.

Matrici xilografiche

  • Il Museo Civico di Belluno conserva circa 560 matrici lignee xilografiche che giunsero nella loro attuale collocazione nel marzo del 1896 dalla tipografia bellunese Tissi. 

Tavolette votive

  • La chiesetta di Sant'Andrea, un tempo situata in piazza Duomo tra cattedrale e battistero, fu gravemente danneggiata dal terremoto del 1873 e abbattuta l'anno seguente.

Pagina pubblicata Giovedì, 01 Dicembre 2016 - Ultima modifica: Venerdì, 03 Febbraio 2017
torna all'inizio del contenuto